L’ultima convalida

Oggi è un giorno particolare per me, l’obliteratrice 2483, leader della rivoluzione di qualche anno fa.
Ebbene è il mio ultimo giorno di servizio. Come mai? Ti rottamano per sopraggiunti limiti di servizio, vi chiederete.
No, dalla mezzanotte di oggi ci sarà una rivoluzione molto più importante di quella di cui mi feci promotrice.
Una rivoluzione che porterà con un gran botto gli uomini nel futuro.
Fra poche ore entrerà in funzione la prima linea di teletrasporto della neonata compagnia GTTT; appunto, il Gruppo Torinese Tele Trasporto.
Si proprio il teletrasporto stile Star Trek, che permetterà in un istante di attraversare la città di Torino da un capo all’altro senza nemmeno avere il tempo di leggere una riga da un libro o dal quotidiano locale, che ha già preparato una prima pagina storica. Ma se volete, nello stesso istante potrete raggiungere New York, Sidney, Pechino, il Polo Nordo o il Polo Sud o qualunque altro posto vi venga in mente ove sia presente un varco TT.
Sì avete capito bene, quella che sembrava una autentica fantasia è diventata una realtà.
Ed io conosco anche molto bene a chi l’umanità deve dire grazie ed a dirla tutta noi vecchie obliteratrici un pò meno, visto che così ci mandano dallo sfascia-obliteratrici.
Una giovinetta incredibile di nome Michela, che per cinque anni ha preso la metropolitana da Pozzo Strada a Vinzaglio per andare al Politecnico.
Una ragazzina estremamente affascinante. Fin dalla prima volta che l’ho vista ha fatto vibrare i miei circuiti, tant’è vero che ho sbagliato la stampa dell’ora.
Occhi azzurri dietro una montatura azzurra anch’essa e due sottili lenti da miope. Eppure, come vedeva lontano il suo sguardo a dispetto del suo difetto.
Capelli biondo cenere, un sorriso luminoso, talmente solare da illuminare tutta la stazione.
E la sua risata poi. Contagiosissima. Quando rideva con i suoi compagni, dopo pochi istanti tutti i passeggeri spazzavano via tutti i brutti pensieri ed un sorriso illuminava i loro volti. Affascinante e ammaliante come la principessa Sissi o le sirene di Ulisse.
Con la sua tesi di laurea ha rivoluzionato tutta la società, non solo i trasporti. E’ infatti grazie alle sue intuizioni che dopo solo due anni dalla pubblicazione è stato possibile costruire il primo prototipo e che domani entrerà in esercizio la prima linea pubblica.
In pochi anni, con il completamento della rete di teletrasporto, il mondo non sarà più quello di oggi.
E perché, vi chiederete? Perché, il teletrasporto non avrà bisogno di alcun derivato del petrolio, ma solo dell’energia dell’universo in cui siamo immersi, quasi come fosse uno spirito divino. Ed il suo utilizzo non si è limitato al TT, ma ha pervaso tutti i settori che utilizzano l’energia, provocando una vera rivoluzione.
La lotta per impedire che questo teletrasporto vedesse la luce è stata durissima, senza esclusione di colpi. Ma evidentemente era scritto nel libro del destino che l’umanità dovesse fare questo salto in avanti. La genialità, la volontà e la testardaggine di Michela hanno fatto il resto. Aiutata anche dall’amore di quello che oggi diventerà suo marito; che grazie al fatto di essere il figlio della famiglia più influente di questa città si è battuto come un leone ed ha vinto.
Ovviamente ha in mano tutti i diritti, ma non ne approfitterà. Anche lui fa parte della comunità dei “Nuovi Illuminati” che stanno portando l’umanità verso la nuova era.
Ci saranno tante cose che cambieranno. Il potere derivante dal controllo dell’energia è ormai scivolato via dalle dita di pochi per diventare patrimonio di tutti.
Altro che l’economia dell’idrogeno!
Gli anni bui della crisi acuta di inizio millennio ed i successivi anni grigi e stanchi che ne sono seguiti, in attesa di una ripresa che tardava a venire, sono stati cancellati di colpo. In tutto il mondo siamo in pieno Rinascimento, con una creatività che si pensava ormai persa.
E da domani sarà ancora meglio.
Nessuno ha capito cosa sia questa energia che alimenterà il futuro.
Ma io si, lo so bene.
E voglio dirvelo adesso, prima dell’ultima convalida.
E’ una energia che è ovunque, è sempre stata e sempre sarà.
L’AMORE.
13/12/2027 23:59:59 003 – 053 Ultima convalida.
Benvenuti nel futuro del secondo millennio.

 

Adam Warlock

Una antica leggenda indù dice…

che c’era un tempo in cui tutti gli uomini erano dei, ma abusavano talmente tanto della loro divinità che Brahma, capo degli dei, decise di togliere loro la potenza divina e nasconderla dove non l’avrebbero mai trovata.

Il grande problema divenne il luogo ove nasconderla.

Brahma riunì il gran consiglio degli dei per trovare una soluzione.

Alcuni suggerirono di seppellire la divinità dell’uomo in fondo alla terra. Ma Brahma disse: “No, questo non basta perché l’uomo scaverà e la troverà”.

Altri dissero di affondarla nell’oceano più profondo. Brahma rispose di nuovo: “No, perché prima o poi l’uomo esplorerà le profondità dell’oceano ed è sicuro che un giorno la troverà e la riporterà in superficie per sempre”.

Il consiglio allora concluse che non sapevano dove nasconderla perché sembrava non ci fosse posto sulla terra o nel mare dove l’uomo non avrebbe potuto raggiungerla.

Allora Brahma disse: “Ecco cosa faremo. Nasconderemo la divinità dell’uomo profondamente in lui stesso perché non penserà mai a cercarla lì”.

E da allora, l’uomo è andato su e giù per la terra esplorando, arrampicando, tuffandosi e scavando; è andato anche oltre la terra nello spazio, cercando qualcosa che è già dentro di lui.

 

Impariamo a guardare dove non abbiamo mai guardato, nel posto più vicino. La nostra anima e lì troveremo la divinità.

 

Adam Warlock

Cosa avreste fatto…? (Soluzione)

Ciao a tutti,

dopo le vacanze torno per darvi la soluzione al quesito.

Siete stati un po’ latitanti, ma pazienza; eravate in vacanza e dunque perchè sforzarsi a pensare 🙂

Allora quello che ha fatto la nostra Fanciulla  è stato:

La Fanciulla estrasse un sassolino, che era nero, naturalmente. Poi lo gettò nel viale, in mezzo a tutti quei sassolini bianchi e neri, fingendo di farselo sfuggire dalle mani.
La Perfida Regina esclamò:
“E ora? Non possiamo sapere quale sassolino hai estratto!”
La Fanciulla rispose:
“Non è vero! Basta guardare nel cofanetto: se ci sono 9 sassolini neri significa che ho estratto quello bianco;  se c’è un sassolino bianco vuol dire che ho estratto un sassolino nero!”

E così chi voleva gabbare è rimasto gabbato.

Un po’ di pensiero laterale e la nostra Fanciulla è diventata principessa.

La prossima volta però vi voglio più attivi. Questo è un posto di attività e non di passività, per cui datevi da fare e commentate, richiedete, fatevi sentire 🙂

Adam Warlock

p.s. Vi invito a partecipare al prossimo evento dell’Associazione Terra di Luce. Non mancate, partecipate numerosi, avremo modo di conoscerci personalmente.

Giovedì 13 Settembre, ore 21 :
“Trasformare la realtà partendo dalle vibrazioni del cuore”
Proposte pratiche per attirare abbondanza, serenità e amore nella nostra vita quotidiana.
Serata condotta da Luca Cattaneo, contributo di ingresso di 10 euro. Prenotare almeno tre giorni prima la propria partecipazione.

Cosa avreste fatto…?

La Fanciulla ed il Principe si amano perdutamente e vogliono sposarsi.
La Perfida Regina è disposta a tutto pur di mandare a monte il matrimonio. Il Re Inetto tace.
Allora la Regina sottopone la Fanciulla alle prove più difficili ma ella le supera tutte.
Il giorno prima del matrimonio la Regina, il Principe, la Fanciulla e il Re Inetto passeggiano lungo il Viale, ricoperto di Sassolini Bianchi e Sassolini Neri.
La Regina prende un sacchetto dalla sua borsa e dice alla Fanciulla:
– Hai superato molte prove, ma ne manca ancora una: quella della Fortuna. Non voglio che il principe sposi una ragazza sfortunata. Il tuo coefficiente di fortuna deve essere  almeno del 90%.
Ed ecco come lo verificherò: metterò in questo sacchetto nove Sassolini Neri e un  Sassolino Bianco. Poi tu infilerai una mano nel sacchetto ed estrarrai un sassolino. Se sarà quello Bianco sposerai il Principe, altrimenti sarai imprigionata nella Torre per tutto il resto della tua vita.
Accetti quest’ultima prova?
– Ss…Sì. – risponde la Fanciulla con voce tremante.
La Perfida Regina si china, raccoglie dal Viale 10 Sassolini Neri e li mette nel cofanetto.

Capito? Sono tutti Neri! Accidenti…che perfida Regina

Solo la Fanciulla se ne accorge, mentre il Principe ha la vista annebbiata dall’emozione ed il Re Inetto guarda una farfalla.
La Regina esclama, con un ghigno soddisfatto:
– Ora estrai un Sassolino e vedremo quale sarà la tua sorte!

Che cosa avreste fatto al posto della Fanciulla?

Attendo le vostre risposte…oppure aspettate il prossimo post 🙂 ?

Adam Warlock

 

Ogni giorno un nuovo inizio

Di tutti i libri che ho avuto il piacere di leggere, e credetemi ne ho letti proprio molti, raramente ne ho riletto qualcuno a distanza di tempo.

Fino al testo di Luca Cattaneo “Ogni giorno è un nuovo inizio” che, come dice il titolo, è piacevole iniziare ogni giorno dall’inizio.

Sì, è un libricino di poco più di 100 pagine che si rivela uno “strumento” essenziale per costruire benessere e consapevolezza.

Dopo la prima lettura, sono così tanti gli spunti di riflessione e gli stimoli a “provare” la “cassetta degli attrezzi” che non si può fare a meno di ricominciare la lettura per scoprire le chiavi per reindirizzare al meglio la nostra energia.

E’ quindi ogni volta che ho la necessità di riconoscere ed attivare il mio potere personale, mi rileggo il capitolo relativo. E così ogni qualvolta voglio esprimere o trascendere il mio potere, quando perdo l’orientamento energetico o nuovi ostacoli mi si presentano di fronte, rileggo le parole di Luca per trovare le soluzioni.

Con la semplicità, il potente antidoto per la sofferenza, ritrovo e mantengo la serenità della consapevolezza e del  “hic et nunc”, “qui e ora”.

Ritorno quel bambino che “senza paura”, ma con una enorme fiducia nella natura e nell’universo partiva per esplorare i boschi durante le vacanze estive e ritornava stanco ma più felice e più ricco di consapevolezza e di appartenenza all’universo.

E’ un libro che vi consiglio dal profondo del cuore e della mente. Sarà un vostro compagno di vita, sempre pronto a sostenervi nei momenti di difficoltà. Se poi vorrete diventare “invincibili”, allora seguite i corsi proposti dall’Associazione Terra di Luce e tenuti da Luca Cattaneo e dal suo staff; questo testo assumerà ancora più significati e diventerà ancora più potente. Io ho fatto così e non avrei potuto fare scelta migliore.

 

Adam Warlock